Bicipolitana-Padova-piste-ciclabili-città

Come investire 2,5 milioni per la ciclabilità che arriveranno a Padova nel corso del 2021?

Serve che l’Amministrazione istituisca la consulta della bicicletta, un organo di confronto e dibattito, snello e partecipativo in cui trovino parola ed ascolto le molte associazioni cittadine che raggruppano i ciclisti urbani di Padova.

Un tavolo in cui siedano dirigenti e tecnici comunali che si occupano di progettazione, realizzazione e marketing della bicicletta.

In quali strade intervenire? quali priorità darsi? che linee della bicicpolitana realizzare? dove servono le piste separate e dove invece disegnare le bike lane e fare moderazione del traffico? cosa serve per la sosta? come disincentivare i furti? come favorire gli spostamenti nei quartieri?

Tutte domande alle quali chi usa quotidianamente la bici sa dare risposte!

Il modello di consulta della bicicletta c’è già, è quello di Bologna, città da anni fra le più innovative non solo nei progetti ma per la capacità creare luoghi di democrazia dal basso in cui chi amministra ascolta, annota e propone i programmi, magari li modifica, pubblica gli atti ed assicura la trasparenza.

I ciclisti urbani padovani meritano tutto questo: da anni riducono l’impatto dell’inquinamento e contribuiscono a restituire alla strade il loro ruolo pubblico.

Condividi l'articolo

Lascia un commento